Maternità

Lettera ai Professori

Provate a smettere di somigliare a chi eravate e a dimenticare la scuola per come è sempre stata. Siate audaci, siate sorprendenti, alzate quei ragazzini a fine ora non con una fila di compiti assegnati, non con l’onere di essere arrivati a pagina n., di aver fatto le tappe di un fantomatico Programma, ma fieri di aver acceso un sorriso, un piccolo entusiasmo.

4
Maternità

Soldati soli

Se c’è una cosa che la DAD poteva fare, nella sua infelicissima inevitabilità, era provare a slacciarsi dall’automatismo del: «Io sfoglio il sussidiario e parlo per un’ora, voi ascoltate e poi fate i compiti».
Perché gli insegnanti fanno lezione nello stesso modo di prima? Perché si discute di come si possa cambiare la didattica a settembre? Perché aspettiamo che qualcuno lanci una rivoluzione che comincia con un passo: il nostro?