4
I beffardi

Autumn

Cerchiamo di essere oggettivi: quelli che vedono sempre e solo il fondo del bicchiere anche quando è mezzo pieno sono deprimenti. Ma anche quelli che vedono sempre tutto pieno un bicchiere con due dita d’acqua sporca fanno parecchio incazzare. Prendiamo le stagioni, per esempio. Ognuna ha il suo fascino. Il vero personaggio zen e connesso con le forze cosmiche trova sempre piacevole passare da una fase all’altra: scivola da una maglietta a un piumino imbottito come fosse niente, curioso, incantato. E viceversa (incantato e curioso). Allora cerchiamo di essere obiettivi, se non entusiasti. Aiutiamoci con una lista per ritrarre la stagione più poetica, suggestiva e romantica dell’anno.

Autumn in Milan

Difetti:

  • Alle sei del mattino è buio. Alle sei di sera è buio.
  • Piove più spesso.
  • C’è vento.
  • Pioggia + vento + foglie = elevatissimo rischio di pesto-merda.
  • Cadono i capelli, proverai una rosa variegata di prodotti, poi crederai all’ultimo utilizzato, ma è solo che ormai l’autunno è finito.
  • Si accende il riscaldamento autonomo (che costa più del condizionatore, perché non lo abbiamo).
  • Si ammala un figlio.
  • Un altro figlio diventa intrattabile e particolarmente stanco.
  • Si ammala l’altro figlio. (Moltiplicare tale opzione per il numero di infanti).
  • Tempo di malattia + tempo di convalescenza = azzeramento dei tuoi spazi vitali.
  • Poi ti ammali tu.
  • Riprende la vita sociale: ok la scuola, è la pena dei figli. Ma le festicciole di compleanno saranno la tua.
  • Il tempo di vestizione e preparazione figli passa dai due minuti per infilare i sandali ai trenta per vestirsi a cipolla.
  • Qualunque cosa indossi è troppo o troppo poco.
  • Ti ci vorrebbe il piumino sul letto ma siccome è solo ottobre affastelli tre coperte per pudore.
  • Il 75 % dei weekend che organizzi fuori porta piove. Il restante 25 % c’è qualcuno malato.
  • Se sfuggi a questa legge universale sarai bloccato dalla nebbia.
  • Si sta fuori di meno: quello che i bambini erano soliti fare al parco giochi ora lo fanno sul tuo divano.
  • L’alternativa per occuparli è ingegnarti in esaltanti attività di collage e lavoretti.
  • Bando ai pasti freddi, al volo. Ora ti tocca cucinare.
  • Le feste autunnali per eccellenza sono Halloween e quella dei morti: una botta di vitalità e ottimismo.
  • Gastrite e depressione peggiorano o insorgono (chissà perché?!).

 

Pregi:

  • Cadono foglie dai mille colori.

Qualcosa di nuovo?
Ti avviso io: ogni domenica una vetrina dei posts della settimana!

Commenti Facebook

Commenti 4

  1. Mamma avvocato

    Ah ah ah , hai perfettamente ragione! INfatti, purtroppo, l’autunno dai lati solo positivi come lo vorrei io e’ un sogno, che si avvera giusto due o tre giorni all’anno!!! Non mi parlare di feste di compleanno, perché qui siamo in pieno “campagna inviti” e quando avremo finito di presenziare a quei sette compleanni nel mese (e ho detto di no ad almeno altrettanti), ci toccherà organizzare quello del ricciolino…mi viene male solo al pensiero!

    1. Post
      Author
      Maddalena Capra Lebout

      Tu sei stata molto positiva, la tua filastrocca era deliziosa. Io, normalmente poetica, qui sono stata brutalmente realistica, sorry. Quanto alle feste non ci resta che attendere l’età in cui basterà portarli e parcheggiarli 😉

  2. Mamma Avvocato

    In parte mi piace portarlo alle feste e chiaccherare con altre mamme con cui c’è sintonia, in parte…non ne posso più perchè son troppe e i weekend sempre troppo corti!

    1. Post
      Author
      Maddalena Capra Lebout

      Vero, il problema è che i weekend sono già zeppi di commissioni, spesa, pulizie di casa, compiti… Se poi alla festa (per la quale hai dovuto anche comprare il regalino) non trovi le solite tre o quattro compagne di chiacchiere che – furbe – hanno mandato il marito oppure bigiato… diventa durissima 😉

Lascia un commento