4
Eventi

200: Happy Postday!

PER UN’AMANTE DELLE LETTERE COME ME, I NUMERI NON SONO NULLA. DI SOLITO.

 

Un giornoPerò siamo a 200.

Ho scritto qualche riga, salvato qualche doc. Mi sono detta no e mi sono detta . Poi alla fine ho aperto il blog. Devo dirlo: ho una pessima opinione della mia costanza.

Ho una buona perseveranza razionale, quella sorta di carro armato che non si ferma perché “non si può”, “non si deve”, “si fa così”, “devi essere coerente.”
Ma la costanza vera, buona, quella che sgorga come forma di sé, naturale predisposizione spirituale spalancata sulle cose con vigorosa fiducia… questa non è la stessa merce.

Fare le cose con l’animo in mano, usare la mente per recuperare i palpiti nei giorni di fiacca, come un alza piedi per sporgersi a guardare di sotto, insistere quando pare di non avere voce, nemmeno con se stessi: questo non me l’aspettavo. Credevo avrei chiuso di lì a poco. E invece siamo a 200 post.

Pezzi scritti dai miei figli, dai giorni, dalle cose. Da minuti grandi come palazzi e palazzi piccoli come sabbia. Sorrisi dilaganti che reggono parole come stendipanni. E momenti in cui s’inzuppa il tempo.

La magia della scrittura è che puoi riscrivere la vita: e mentre la riscrivi trovi come abitarla.

Ringrazio i miei figli, ringrazio mio marito. Ringrazio voi che mi leggete: quelli cui ho tolto due minuti ma magari ho anche lasciato qualcosa. Quelli che mi commentano e quelli che non lo fanno (anche se mi farebbe piacere). Ho conosciuto e ancora conoscerò persone meravigliose.

Rimango piccina, un blog che canticchia piano tra milioni di concerti e orchestrali anche migliori, o più noti. Mi perdo nel web come un gesto sottile tra le faccende del giorno. Ma sento tutto il calore, lo scalpitio, l’eco e il silenzio della sua piccola presenza, e il vostro ritorno. E ne sono profondamente felice.

Happy Postday, Pensieri rotondi!
Celebrando la tappa dei 200 post vi lascio un collage coi miei preferiti…

Qualcosa di nuovo?
Ti avviso io: ogni domenica una vetrina dei posts della settimana!

Commenti Facebook

Commenti 4

  1. giomamma

    I minutii che mi rubi sono meravigliosi! Le tue parole sono piccoli mondi da scoprire! Auguri per i 200! E auguro a me stessa di leggerne ancora migliaia!Grazie Maddalena!

    1. Post
      Author
      Maddalena

      Oh, cara! E io auguro a te di scriverne altrettanti! Sai che ti leggo con tanta gioia e affetto :*

  2. italiaconibimbi

    Nel mare del web a volte si perdono i contenuti di qualità e diventano virali quelli che non lo sono. Ogni tuo post è un’emozione a cui noi che ti seguiamo non possiamo più rinunciare. Mi domando, e lo chiedo anche a te, sarebbe meglio avere un pubblico numeroso, ma poco affezionato e quindi variabile, o viceversa, è preferibile essere seguiti da una cerchia più ristretta di persone che ormai hai conquistato definitivamente?

    1. Post
      Author
      Maddalena

      Quale lusinga! Certo mi piacerebbe essere un po’ più “virale”, ma se questo significa adattare lo stile, banalizzare i modi, per essere “immediati” a tutti i costi e raggiungere più facilmente la massa, non credo mi sia possibile. So di essere un po’ sofisticata per il web, ma un solo, affezionato lettore, vale più delle mie stesse parole.

Lascia un commento